L’importanza del calendario editoriale per sito e social

Per raccontare la scuola basta semplicemente lasciarsi guidare dalla bellezza e dalla ricchezza che accade ogni giorno.

Ma anche se le giornate sono ricche di avvenimenti e attività può capitare a volte di essere in ritardo sulla creazione di contenuti e spesso si fa fatica a raccogliere i contributi per gli articoli o mancano le idee per creare i post così la sezione news dei siti non viene aggiornata e i social vengono trascurati. E chi deve gestire i contenti di sito e social della scuola si sente frustrato e solo.

Per evitare tutto questo, uno strumento fondamentale nell’organizzazione del lavoro quotidiano è il calendario editoriale: un vero e proprio calendario (ad uso interno) dove annotare i contenuti utili per raccontare eventi e attività che si svolgono a scuola ma anche per raggiungere obiettivi specifici in periodi determinati (campagne iscrizione, fundraising, promozione iniziative culturali, 5×1000 etc…).

Perché è utile creare un calendario editoriale per la scuola?

  • Per programmare i contenuti in base al calendario scolastico e agli obiettivi del periodo
  • Per mantenere una frequenza di pubblicazione costante 
  • Per non perdere attività e appuntamenti importanti per la scuola
  • Per variare ed equilibrare la tipologia di contenuti
  • Per sfruttare al meglio i diversi canali a disposizione 
  • Per migliorare la collaborazione tra autori (o tra livelli di scuola)
  • Programmare meglio il lavoro e ottimizzare il tempo

Quali contenuti inserire nel calendario editoriale della scuola? 

I contenuti devono essere coerenti con la propria mission, creati pensando al pubblico con cui si vuole parlare e agli obiettivi che si vuole raggiungere.

Oltre alle news sulla vita della scuola con attività in classe e uscite didattiche , che di solito rappresentano l’80 % dei contenuti creati, si possono prevedere articoli o post anche con:

  • Estratti dal PTOF 
  • Descrizione delle eccellenze della scuola (attività didattiche ma anche spazi, servizi, attività pomeridiane etc…)
  • Risultati delle certificazioni linguistiche o degli INVALSI
  • Curiosità e memorie della scuola (che possono coinvolgere il pubblico, anche tramite quiz) 
  • Ricorrenze e festività locali, nazionali e internazionali  
  • Successi extra scolastici degli alunni e dei docenti in eventi sportivi o concorsi culturali
  • Articoli di rassegna stampa

Quale strumento usare per creare un calendario editoriale della scuola? 

Costruire il calendario è facilissimo, si può usare Google Calendar o creare una tabella in Excel.

Per ogni giorno oltre al tema si dovrà indicare il contenuto, la tipologia (video, foto, testo, grafica), il livello di scuola (nel caso di scuole con più livelli), l’autore (se si coinvolgono docenti e studenti) e gli hashatag per i social per avere più visibilità e interazione. 

L’importanza del monitoraggio delle performance

Grazie all’analisi delle performance dei singoli contenuti, tramite Google Analytics e Facebook e Instagram Insight, è possibile capire cosa funziona e cosa no e quindi rimodulare il calendario delle pubblicazioni del periodo successivo in base ai risultati ottenuti.

Quando creare il calendario editoriale per la scuola?

Il calendario editoriale nasce dal piano editoriale , un documento strategico da implementare all’inizio dell’anno scolastico, che analizza gli obiettivi dei diversi periodi (campagna iscrizioni, fundraising, 5×1000 etc) i diversi target, gli strumenti e i canali a disposizione. A partire da quanto emerso nel piano editoriale, il calendario può essere fatto con cadenza mensile, bimestrale o trimestrale in base alla capacità di previsione delle attività della vita della scuola.

A volte il calendario editoriale deve essere flessibile

Il calendario aiuta a programmare il lavoro ma a volte occorre essere flessibili per rispondere alla realtà quotidiana e agli imprevisti, belli e meno belli. Da fine febbraio scorso per esempio il Coronavirus ha preso il sopravvento nelle nostre vite e nella vita delle scuole, così tutti i contenuti di sito e social non possono che tenerne conto. Così come una cosa bella e imprevista che accade durante una lezione, una visita inaspettata di un personaggio, una notizia legata all’attualità, devono necessariamente entrare nel calendario e avere la priorità perché si comunica la realtà e la realtà è fatta di imprevisti!

Hai bisogno di aiuto per impostare il piano editoriale e il calendario dei contenuti della tua scuola? Contattami !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *